Crea sito

Percorrendo la valle del fiume Roia

Da Ventimiglia, si percorre la valle del Roia, dalla foce alla sorgente, tra Italia e Francia, nelle Alpi Marittime. Strette gole e paesini arroccati che nascondono tesori inaspettati.

Là giù è il Roja, un torrente che quando si disfanno i ghiacci precipita dalle viscere delle Alpi, e per gran tratto ha spaccato in due questa immensa montagna. V’è un ponte presso alla marina che ricongiunge il sentiero. Mi sono fermato su quel ponte, e ho spinto gli occhi sin dove può giungere la vista; e percorrendo due argini di altissime rupi e di burroni cavernosi, appena si vedono imposte su le cervici dell’Alpi altre Alpi di neve che s’immergono nel Cielo e tutto biancheggia e si confonde – da quelle spalancate Alpi cala e passeggia ondeggiando la tramontana, e per quelle fauci invade il Mediterraneo.
(U. Foscolo – Le ultime lettere di Jacopo Ortis)


Ventimiglia

Ventimiglia è divisa in due parti dal fiume Roia, che qui sfocia nel mar Ligure: una medievale, su un colle ed una moderna, edificata sulla riva sinistra del fiume a partire dall’Ottocento. Nella parte alta si trova la cattedrale dell’Assunta  che fu eretta tra l’XI e il XII secolo sulle rovine di una precedente cattedrale dell’epoca carolingia.

Il Battistero, intitolato a san Giovanni Battista, a pianta ottagonale, è stato diviso in due livelli nel Seicento: il vano inferiore presenta una volta a ombrello e un bacino ad immersione del XIII secolo.

Poco lontano dal centro al confine con la Francia si trova la spiaggia dei Balzi Rossi e Villa Hanbury con i giardini che ospitano migliaia di specie botaniche di origine prevalentemente tropicale e subtropicale.


Breil o Breglio

Breil è un paese del Dipartimento delle Alpi Marittime e si trova, come gli altri paesi della valle del Roia nel parco nazionale del Mercantour. Situato a 287 m. di altitudine. E’ attraversato per tutta la sua lunghezza dal fiume Roia, che ha la sua sorgente nel Colle di Tenda, e che qui forma un lago artificiale.

La chiesa di Santa Maria in Albis è in forme barocche con una facciata molto stretta che accentua la verticalità. La lingua parlata a Breil è il bregliasco, di sovente ricollegato all’occitano ed all’antico ligure.


Saorgio o Saorge

Saorge è un paese abbarbicato su uno sperone roccioso a 517 m. sul livello del mare, sovrastante a strapiombo le gole del fiume Roia. Il centro è completamente chiuso alle auto. Le stradine (ruelles) a dedalo, quasi sempre digradanti a scalinate, di sovente a volta, sono impossibili da percorrere se non a piedi. Il territorio comunale confina con quello di Pigna in Italia.

Dal lato opposto rispetto al paese si trova la chiesa della Madonna del Poggio donata agli abitanti dai monaci Lérins nel 1092. L’edificio è in stile romanico con un campanile a sette piani molto slanciato costruito nel 1511.


Briga o Brigue

Brigue o Briga Marittima è un comune di circa 700 abitanti a 748 m. sul livello del mare. Il comune di Briga rappresenta l’estrema punta orientale della Regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra. La città apparteneva alla provincia di Cuneo ed è stata ceduta ala Francia col trattato di Parigi del 1947; la parte rimasta in Italia è divisa tra il comune di Briga Alta in Piemonte e Triora in Liguria. Nel centro si trovano la collegiata di Saint Martin in stile romanico-lombardo, la cappella de l’Assomption in stile barocco e i resti del castello dei Lascaris.

A quattro chilometri dal paese si trova il Santuario di Notre Dame des Fontaines, completamente affrescato dai pittori piemontesi Giovanni Canavesio e di Giovanni Baleison nel 1492. Gli affreschi riguardano la passione di Cristo e nella controfacciata il Giudizio Universale.


Tenda

Tenda si trova a 812 m. di altitudine sotto l’omonimo colle. E’ la città più grande della valle con più di 2000 abitanti.

Tra i luoghi di interesse si trova il Castello dei Lascaris, di cui resta la torre in quanto fu costruito nel XIII secolo e abbattuto nel 1600, e la Collegiata di Nostra Signora dell’Assunzione.


Sospel o Sospello

Sospel si trova sulla linea ferroviaria Cuneo-Nizza che da NIzza sale nella valle del Roia. La cittadina, pur essendo ancora di montagna (a 348 m. di altitudine), ha già un aspetto provenzale.

Il Pont Vieux  sul torrente Bevera risale al XIII secolo ed era punto di pedaggio sulla strada del sale da Nizza al Piemonte. La principale Place Saint Michel con la omonima cattedrale è uno splendido esempio di architettura barocca.


La mappa del percorso

 

Una risposta a “Percorrendo la valle del fiume Roia”

I commenti sono chiusi.